LA ROCCA SFORZESCA DI IMOLA

La Rocca Sforzesca di Imola è la sede dell'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro". L'origine della Rocca, in mancanza di documentazioni esaurienti, non trova sempre concordi gli studiosi che si sono occupati del monumento. Alcuni fanno comunque risalire la costruzione della fortezza agli inizi del XIV secolo. Gran parte degli storici locali ricordano un precedente fortilizio, risalente all'XI secolo, la cui incerta ubicazione potrebbe coincidere con l'attuale, come hanno fatto presupporre rinvenimenti di più antiche strutture murarie durante recenti interventi di restauro.


Il primitivo impianto del secolo XIV, sorto attorno ad una torre quadrata, probabilmente preesistente, ebbe anch'esso l'attuale sviluppo quadrangolare, con quattro torri quadrilatere agli angoli, i cui resti sono ancora visibili all'interno dei torrioni circolari attuali. A queste vanno idealmente aggiunte altre cinque torri dislocate lungo le cortine, come è testimoniato dal rinvenimento di significative tracce. Secondo L. Marinelli nel 1332 circa la Rocca fu modificata in diversi particolari: sviluppata la linea difensiva e creato un largo fossato attorno alla struttura. In tali condizioni il fortilizio si mantenne fino al 1440 circa, cioè fino a che non passò sotto il potere di Gian Galeazzo Sforza, duca di Milano. Fu lo Sforza infatti ad incaricare l'architetto Danesio Maineri per una trasformazione della Rocca: la smerlatura parziale del parapetto coronante le cortine e, nel 1472/74, l'aggiornamento delle difese, che conferirono alla Rocca quelle prerogative di fortezza rinascimentale che tuttora conserva. Furono anche trasformate le torri quadrate ai vertici, in torrioni circolari più adatti a resistere agli urti delle artiglierie; e furono aggiunti due rivellini, in corrispondenza degli ingressi del fortilizio, comunicanti con essi mediante ponti levatoi e fissi.

La Rocchetta, ritenuta fino a tempi recenti la parte più antica del castello, è in realtà di epoca più tarda. Ciò è avvalorato dal fatto che le strutture della torre maestra (uno dei più vetusti nuclei dell'intero fortilizio) hanno origine da una quota assai più bassa e risultano del tutto slegate e indipendenti dalle strutture adiacenti della Rocchetta.

Tra le innumerevoli vicende storiche va ricordato l'implacabile assedio portato alla Rocca da Cesare Borgia nel 1499, in seguito al quale Caterina Riario Sforza fu costretta a rinunciare al dominio di Imola. Con Cesare Borgia prima e con Clemente VII poi si occuparono della Rocca tre dei più grandi ingegneri militari del tempo: Leonardo da Vinci, il Sangallo e il Sanmicheli. Dopo un periodo di alterne fortune, in cui si avvicendarono nell'amministrazione della cosa pubblica eminenti personalità, tra le quali il Guicciardini, la Rocca gradualmente decadde e fu trasformata in prigione. I consistenti interventi di restauro, operati sul fortilizio dal 1959 al 1973, a cura del Comune e dell' Amministrazione Antichità e Belle Arti, hanno permesso il completo inserimento del monumento nel tessuto urbanistico della città e, all'interno dell'edificio, l'allestimento di esposizioni permanenti di armi antiche e di una ricca raccolta di ceramiche medievali e rinascimentali rinvenute all'interno della fortezza. Il grande cortile d'armi è utilizzato come teatro all'aperto: da anni vi sono ospitate importanti manifestazioni artistiche e musicali. 



Dal 1989 è sede dell'Accademia Pianistica "Incontri col Maestro" poiché l'Amministrazione Comunale di Imola, giudicando particolarmente importante per lo sviluppo culturale e musicale della città tale istituzione, le ha concesso l'uso dei locali del "Palazzetto Riario" ubicato proprio all'interno della Rocca. L'Accademia di Imola occupa due saloni per convegni e alcune sale del primo piano, adibite ad aule per le lezioni, segreteria, biblioteca e sala studenti.



Ultime dall'Accademia

A Piero Buscaroli
A Piero Buscaroli uomo illustre della musica e della cultura che ha animato nel mio studio ...

Continua ...

Jerome Rose, Piano Master Class
Jerome Rose Piano master class 9-10 Febbraio 2016

Continua ...

Piero Angela riceve il Diploma in Pianoforte Honoris Causa dell’Accademia di Imola
Venerdi 5 febbraio al Teatro Ebe Stignani di Imola alle ore 20:30 l’Accademia Pianistica Internazionale ...

Continua ...