INGRID FLITER - Pianoforte

Gilmore Artist Award 2006

“La Fliter è interprete dotata di straordinario dinamismo, sostenuto da una eccezionale scioltezza e padronanaza tecnica. La sua scintillante esecuzione della proliferazione di abbellimenti nel finale del concerto è stata pura gioia”. The Salt Lake Tribune, Novembre 2012.
Ingrid Fliter è universalmente riconosciuta come una delle più autorevoli interpreti di Chopin, e i suoi due Cd a lui interamente dedicati, editi da EMI Classics, confermano appieno questa reputazione. La sua registrazione dei Walzer chopiniani ha ottenuto il massimo delle valutazioni : il Telegraph lo ha scelto come CD della settimana, il Gramophon e Classic FM lo hanno nominato Editor’s Choice . Geoff Brown, critico musicale del Times, ne ha elogiato la chiarezza e delicatezza interpretative, in grado di restituire appieno il tessuto compositivo e coloristico del pensiero musicale di Chopin. Primo premio al Concorso di Cantù nel 1994, secondo premio al Concorso Chopin di Varsavia nel 2000, l’artista ha ricevuto il Gilmore Artist Award nel 2006, concorso americano quadriennale che solo pochissimi pianisti al mondo hanno meritato. Fra le personalità musicali che hanno inciso sulla sua formazione artistica si ricordano Vitaly Margulys alla Musikhochschule di Friburgo, Carlo Bruno a Roma, Franco Scala e Boris Petrushansky all’Accademia Pianistica di Imola. Ingrid Flitner divide ora il proprio impegno artistico fra l’Europa e gli USA, dove è ospite di orchestre quali la Cincinnati Symphony, Cleveland Orchestra, Los Angeles Philarmonic, Minnesota Orchestra, Seattle Symphony, San Francisco Symphony, Toronto Symphony, City of Birmingham, Royal Scottisch National Orchestra, Deutsche Radio Philarmonie. In recital l’interprete ha suonato nelle più celebri sale da concerto del mondo: Concertgebouw di Amsterdam, Musée d’Orsay, Cologne Philarmonie, Wigmore Hall, Salzburg Festpielhaus, Sala Verdi di Milano. Negli USA si è esibita alla Carnagie Hall, al Metropolitan Museum, per la Fondazione Van Cliburn. Tra i Festival europei che l’hanno ospitata si ricordano la Roque d’Antheron, l’Autunno di Praga, il Chelthenham Festival, il City of London Festival e la serie dei pianisti internazionali a Tokyo. L’arte interpretativa di Ingrid Fliter è un “miracoloso blend di spontaneità, poesia, magica abilità tecnica”. In questo giudizio si ritrovano unanimemente le firme più accreditate della critica musicale internazionale.
Di imminente pubblicazione i due concerti di Chopin con la casa discografica Linn Records e la Scottish Chamber Orchestra.

Direttori con i quali l’Artista ha collaborato:

Vladimir Ashkenazy / Hans Graff / Pinkas Steinberg / Andrej Boreyko / Carlo Rizzi/Philippe Entremont / Jun Maerkl /Zoltan Kocsis / Gilbert Varga / Edo de Waart/Miguel Hart Bedoya / Charles Dutoit / Gabor Takacs / Vasily Petrenko / R. Frubeck de Burgos / Pablo Heras Casado / James Gaffigam / Alexei Dimitriev / Douglas Boyd / David Zinman / Pinkas Zukermann / Peter Oundjian / Susanna Malkki

Breve Rassegna Stampa:
BBC Scottish Symphony Orchestra, Ravel Concerto in Sol minore, direttore Miguel Hart Bedoya. "La pianista Ingrid Fliter è entrata con grazia sottile, offrendo un’esecuzione del concerto di Ravel altrettanto ricca di eleganza. Ha somministrato ariosità e grazia seducente ad ogni frase e gioiosamente ha sbrogliato i ritmi appuntiti del concerto. La tenerezza del movimento lento era irresistibile". Herald Scotland, Febbraio 2013

Manchester Camerata, direttore Gabor Takacs, Mozart concerto K.488. "Non c’è voluto molto per accorgersi di quanto sia godibile il suo pianismo. La Fliter , in forma smagliante, ha dato prova di un’affascinante vitalità, al più alto livello. All’Andante, centro emozionale del concerto, l’interprete ha conferito una rara poeticità, ricca di grazia e di sensibilità. Il suo entusiasmo ha contagiato e dall’intensità degli applausi si è capito che aveva catturato il pubblico di Manchester, al quale ha regalato un Walzer di Chopin". Seen and Heard international , Novembre 2012.

Royal Scottish National Orchestra, direttore Douglas Boyd, Chopin concerto n.2. "La Fliter è un blend miracoloso di spontaneità, poeticità e autenticità, un mix ideale per le turbolenze emotive e l’esile romanticismo di questo concerto chopiniano".
David Kettle, The Scotsman, Aprile 2012

Royal Scottish National Orchestra, direttore Douglas Boyd, Chopin concerto n.2. "Straordinaria la piansta Ingrid Fliter…stupefancente interpretazione, condotta con articolazioni d’acciaio, lirismo ininterrotto, ed estrema lucidità di pensiero: pura, magica abilità musicale". Michael Tumelty, The Glasgow Herald, Aprile 2012

Chopin Walzer CD EMI Classics
"Un’interprete la Fliter, in grado di cogliere pienamente i misteri del linguaggio di Chopin, nel quale l’allegria sfuma nella melanconia e nulla è propriamente ciò che sembra. Il suo è un tocco aristocratico, proprio come Schumann percepiva la musica di Chopin. Tutto scorre con naturalezza. Nelle sue mani le pause e le oscillazioni del rubato non diventano espedienti tecnici ma incantevoli civetterie. Un Cd assolutamente piacevole". Geoff Brown, The Times, Ottobre 2009



Warning: mysql_fetch_array(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /usr/local/psa/home/vhosts/accademiapianistica.org/httpdocs/includere/home.php on line 14

Ultime dall'Accademia